"Nuova normalità": gestire meglio le informazioni per prendere le decisioni più efficaci

covid.ilm.jpeg

Dopo uno dei lockdown più lunghi e restrittivi d’Europa, e attraverso una riapertura lenta e graduale che ancora non è al 100% completata, l’Italia è finalmente entrata nell’era “Post-Covid”. E, in prospettiva, si prepara a guardare a una “nuova normalità”. Se durante le prime settimane l’attenzione di tutti era – giustamente – focalizzata sul salvare quante più vite possibile ed evitare il collasso del sistema sanitario, adesso si apre lo spazio per qualche riflessione, utile anche per il previsto “rimbalzo” delle attività produttive.

Quali lezioni possiamo trarre da come è stata gestita questa pandemia? Dal punto di vista di quello che noi in Parallaksis facciamo da sempre, ne risalta senz’altro una: l’importanza di disporre in tempo reale di informazioni accurate, coerenti e condivise tra tutti gli attori di un processo. Includendo anche quelle informazioni che, per diversi motivi, non rientrano in flussi già in qualche modo strutturati, ma che sono vitali per orientare le decisioni: in Parallaksis lo chiamiamo “gestire il non gestito”.

L’emergenza dimostra l’importanza del non gestito

Un approccio tutt’altro che scontato, come hanno dimostrato numerosi esempi durante l’emergenza. Uno su tutti: le gestione dei test e dei loro risultati. Dati fondamentali per comprendere quale sia la reale estensione di un’epidemia e quindi adottare le strategie di contrasto più appropriate. Eppure, perfino il prestigioso CDC di Atlanta, Centers for Disease Control and Prevention, l’ente che si occupa di prevenzione e controllo delle epidemie negli Stati Uniti – reso famoso proprio da un film su una pandemia, Contagion – ha commesso il clamoroso errore di mescolare i risultati dei test per la presenza del virus con quelli degli anticorpi, fornendo metriche imprecise ai singoli Stati, che hanno basato su di esse le loro misure di riapertura.

Anche in Europa abbiamo assistito a una sostanziale “incomunicabilità” dei dati tra Stati membri e, spesso, anche tra regioni all’interno di uno stesso Paese. Modalità di raccolta e condivisione spesso affidate più alla buona volontà dei singoli che a processi strutturati, con i dati raccolti a loro volta poi “amplificati” dai media, hanno prodotto in alcuni giorni picchi che esacerbavano la preoccupazione, in altri numeri sottostimati che potevano alimentare false speranze.

L’ottica del ciclo di vita dell’informazione

L’epidemia, e a maggior ragione la pandemia, sono per loro natura soggette a un ciclo in cui la relativa informazione si evolve insieme al fenomeno stesso: si sono così rivelate come una, purtroppo drammatica, metafora dell’Information Lifecycle Management, la gestione del ciclo di vita dell’informazione. Per fortuna, le decisioni cui si trovano davanti imprenditori e manager sono in genere meno estreme di quelle di sanità pubblica. Ma rimangono comunque di enorme importanza per le loro ricadute anche sociali. Che diventano ancora più rilevanti ora che il sistema produttivo si trova ad affrontare le sfide della ripresa dopo prolungato stop.

Nel “new normal” che ci aspetta sarà ancora più importante basare le decisioni imprenditoriali, organizzative e produttive su informazioni affidabili, aggiornate, condivise tra tutti i decisori. L’esigenza di gestire l’informazione in un’ottica di ciclo di vita diventerà ancora più pressante e potrà fare la differenza tra le aziende che ce la faranno e quelle che non supereranno l’inevitabile recessione.

Parallaksis è nata e si è sviluppata proprio con l’obiettivo di offrire alle aziende in settori strategici un nuovo approccio all’Information Lifecycle Management, grazie a una piattaforma collaborativa dalle caratteristiche uniche, Collaboration Desktop ILM Framework, che permette di integrare e condividere tutte le informazioni, incluso il “non gestito”. E oggi più che mai ci siamo. Siamo qui per dare supporto alle aziende nell’affrontare la complessa fase che ci aspetta con una gamma di soluzioni che rispondono alle loro esigenze reali. In un unico ambiente, strutturato, integrato. Che può gestire applicazioni diverse, rappresentando l’accesso evoluto a supporto di qualsiasi scenario applicativo – che coinvolga dati, processi aziendali e relazione tra le informazioni. Uno strumento agile e intuitivo per la gestione delle informazioni aziendali, completamente autonomo e configurabile. Uno strumento pronto per le sfide della Fase 2.

Per ulteriori dettagli su Collaboration Desktop ILM Framework: Collaboration Desktop

Per contattarci o richiedere una demo: Contatti

Contact Us

Parallaksis è una Business Unit di i3 Srl
www.i3live.it

+39 081 8703846
+39 081 3915552
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


P.IVA IT07907161215

Copyright © 2020 Parallaksis

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere una migliore esperienza utente sul nostro sito. Continuando a navigare accetti la nostra Cookie Policy. Vienici a trovare spesso!